MONTE LEGNONE

 

Parcheggio Roccoli Lorla  1.456 m
Alpe Agrogno 1.600 m
Bivacco Silvestri 2.140 m
Cima Legnone 2.609 m
     
Parcheggio Corte della Galida  1.400 m
Rifugio Monte Legnone 1.680 m
Cima Legnone 2.609 m

 

Il Monte Legnone, non è la più bella montagna che ho visto, ma sicuramente una volta in cima, offre uno dei panorami più belli in assoluto; si possono vedere il Lago di Como, quello di Novate Mezzola e quello di Lugano.

Ci sono diverse vie dalle quali si può raggiungerlo e qui ne propongo due.


La 1° è la seguente:  si deve andare a Dervio, quindi prendere per la Valvarrone per circa 20 km. seguire le indicazioni per Vestreno-Introzzo-Tremenico ed infine Roccoli Lorla dove si deve lasciare l'auto nel parcheggio a fianco dell'omonimo laghetto .  

Seguire le indicazioni che in poche decine di metri fanno superare il Rifugio Roccoli Lorla e dopo circa 40 min. si raggiunge l'Alpe Agrogno.

Da qui inizia la parte più ripida e dopo circa 90 min. si raggiunge il Bivacco Silvestri (Ca de Legn) e da qui in altri 90 min. circa si raggiunge la cima del Legnone.



La 2° è la seguente: 

Partenza da Delebio, andare verso la montagna in direzione Val Lesina, fino alla centrale elettrica dove inizia a salire una mulattiera lastricata che si può percorrere con un 4x4. Seguire questa ripida strada per una buona mezzora, fino a dove termina con un parcheggio in loc. Corte della Galida/Panzone.


Guardando la cascina, salire da un sentiero che in diagonale si sposta a DX fino a raggiungere in circa 50 min. il Rifugio del Monte Legnone.

Seguire le indicazioni di SX e da qui in poi seguire sempre il sentiero ben marcato per che sale; in prossimità di un bivio, prendere a DX fino a raggiungere un altro bivio dove si deve prendere ancora a DX e si inizia la salita su una cresta che porta alla cima.

Dal Rifugio Monte Legnone alla Cima Legnone ci vogliono circa 3 ore.

 

Tempo di percorrenza totale:

Da Roccoli Lorla: 6h

Da Delebio:  6h e 15 min.

 

Note: escursione che richiede un buon allenamento.     voto 9

 

 
Se vuoi vedere le foto di questa escursione ad una maggiore risoluzione, clicca qui  oppure  qui.

alberto.rossattini@gmail.com